fbpx
applicazioni

La superficie più importante da isolare in una casa è generalmente il tetto, perché è da qui che avviene la maggior parte della dispersione di calore d’inverno e dell’ingresso di calore d’estate.

Infatti, la cellulosa ha una buona capacità termica molto efficace per attenuare e rallentare il calore estivo. Per questo motivo viene spesso utilizzato per l’isolamento del tetto.

L’isolamento del sottotetto tramite l’insufflaggio di fiocchi di cellulosa è una soluzione fino ad ora impossibile sui tetti esistenti in murici e tavelloni, formati da cunicoli non comunicanti e permette di isolare anche la parte più bassa corrispondente alla gronda.

 

 

Come viene effettuato l'intervento?

La tecnica prevede di stendere i fiocchi allentati a tappeto, uniforme e dappertutto nello spessore previsto. Questo procedimento è ideale per spazi confinati e stretti perché il posatore può isolare anche strettoie che solo un tubo steso può raggiungere garantendo sempre uno spessore omogeneo ovunque.

  1. Se il sottotetto non è praticabile, e non ci sono accessi né dalla casa né dal tetto, si procede con la rimozione di tavelloni per accedere al sottotetto.
  2. Una volta entrata fisicamente l’operatore, crea delle aperture tra un cunicolo e l’altro per accedere a tutti i cunicoli creati dai muricci di sostegno della copertura, senza compromettere la solidità della struttura. 
  3. Dove il posatore non può accedere fisicamente al passaggio, fa comunque passare il solo tubo. Nella parte più bassa corrispondente alla gronda, per esempio, l’operatore non può fisicamente entrare, ma il posatore esperto crea un piccolo foro per fare entrare solo il tubo che porterà i fiocchi di cellulosa CLIMACELL in ogni piccola intercapedine riempiendola completamente.
  4. Il foro viene richiuso con i tavelloni, i coppi sono riposati a regola d’arte ripristinando la condizione di partenza.

Perché l'insufflaggio con fiocchi di cellulosa si presta come nessun'altra tecnica per isolare il sottotetto?

Diversamente da materiali isolanti a tappeto, i fiocchi di cellulosa non devono essere trasportati a mano, né devono essere stesi in spazi confinati e stretti: Posizionando la macchina per l’insufflaggio sul piano terra, il materiale isolante viene pompato a destinazione tramite un tubo di dimensione contenute (63 o 76 mm) che può essere inserito in ogni tetto, anche se non ci fosse alcun accesso.

È possibile raggiungere anche l’ultimo piano di un condominio prolungando il tubo fino a 45 m. In casi particolare, una ventola supplementare da una spinta ulteriore per raggiungere anche solai distanti 60 m fra altezza e lunghezza. 

Quali sono i vantaggi di un isolamento del sottotetto?

L’isolamento del sottotetto con climacell fa la differenza per il cliente finale:

  • L’isolamento con climacell porta un beneficio sensibile e percepibile da subito: d’estate fa meno caldo, d’inverno si raggiunge e mantiene temperature più confortevoli. Acusticamente “ovatta” la casa attenuando anche notevolmente i rumori esterni.
  • L’intervento è veloce, non richiede ponteggi e non crea disagio in casa.
  • Un materiale naturale, rinnovabile, riciclato e riciclabile climacell non creerà costi di smaltimento neanche in futuro

In sintesi

  • Isolamento a tappeto uniforme e continuo
  • Perfetta aderenza alle superfici
  • Ideale per sottotetti difficilmente raggiungibili
  • Intervento rapido e non invasivo
  • Leggero e non “pesa” sulla struttura
  • Se calpestato non si danneggia
  • Efficace contro il caldo estivo 
  • Temperature confortevoli d’inverno
  • Isola da rumori esterni

Alcune domande:

“Cosa succede con eventuali ponti termici strutturali esistenti?”

Coibentare il sottotetto con fiocchi di cellulosa risolve diverse criticità di ponti termici esistenti.

I travetti in acciaio o cemento rappresentano una fonte importante di dispersione che, coperti con uno strato sufficiente di cellulosa, perdono completamente la loro criticità, idem i muricci avvolti dai fiocchi di cellulosa isolanti.

isolamento sottotetto non praticabile
isolamento sottotetto non praticabile

“Lo strato di isolante si danneggia se calpestato?”

Assolutamente no. La consistenza soffice dei fiocchi di cellulosa rimane elastica.

Per agevolare il passaggio, si consiglia di creare un camminamento.

cellfloc

Cosa cambia in casa con un tetto isolato?

L’intervento di coibentazione della soletta con solo 25 cm di cellulosa CLIMACELL risulta di gran lunga il campione in termini di benefici e di costi fra tutti quelli possibili soluzioni per migliorare l’efficienza energetica della casa:

Abbiamo confermato in molti casi una differenza fino a 3 classi energetiche. In questo articolo del nostro blog puoi verificare diversi casi studio che dimostrano un passaggio dalla G alla D con una riduzione dei consumi per riscaldamento del 30-60% attestato.

Una sfida fatta per la cellulosa: Come isolare le volte di una chiesa?

L’insufflaggio di cellulosa è la soluzione ideale per l’isolamento anche sulle volte, come in questo esempio di una chiesa (lavoro eseguito da M.B. Servizi).

Translate »