fbpx

CAPPOTTO ESTERNO
IN FIOCCHI DI CELLULOSA

applicazioni

Pannelli in fibra di legno, cellulosa e intonaci minerali o rivestimenti in legno sono sinonimo di costruzioni con massima regolazione dell’umidità e traspirabilità.

Con superfici intonacate si raggiungono effetti solari molto buoni (riscaldamento della superficie con radiazione solare).

Quindi nessuna formazione di condensa, alghe e muffe.

Altri vantaggi sono l’eccellente protezione antincendio, isolamento termico invernale e confort estivo.

Cappotto esterno in cellulosa

Come viene effettuato l'intervento?

La fibra di cellulosa viene insufflata in un’intercapedine creata a doc sulla parete esterna:

usando montanti (listelli in legno) di spessore desiderato e chiusa con un pannello in Fibra di legno o legno di abete.

SOTTOSTRUTTURA REALIZZATA CON TRAVI PORTANTI SENZA PONTI TERMICI

Sia nella ristrutturazione che nella nuova costruzione, il primo passo è il montaggio di travi in legno con staffe metalliche, sulla parete esterna, progettati per non creare ponti termici.

Queste travi montanti sono disponibili in varie dimensioni, a seconda dello spessore di coibentazione desiderato. Grazie al disaccoppiamento del pannello rigido incollato, queste travi, a differenza del legno massiccio, non producono ponti termici e possono essere completamente trascurate nel calcolo del valore U. Questo si riflette anche nelle corrispondenti termografie.

L’installazione delle travi montanti, sulle staffe metalliche, permette di correggere il bilanciamento della facciata.

Quando è indicato un cappotto in fibra di cellulosa?

Sia nella ristrutturazione che nel nuovo edificio, è possibile produrre superfici assolutamente livellate con un dispendio di tempo minimo.

Il giusto sistema di isolamento a cappotto crea pareti sane e garantisce un piacevole clima interno.

La cellulosa è aperta alla diffusione e isola molto bene. L’isolamento in cellulosa ha il vantaggio di adattarsi a qualsiasi irregolarità, soprattutto nei vecchi edifici. Con questo isolamento si possono ottenere elevati spessori di isolamento a costi contenuti.

Vantaggi

  • I danni strutturali sono praticamente nulli.
  • Il muro esterno rimane asciutto, la cellulosa, il legno e le fibre di legno trasportano l’umidità verso l’esterno.
  • Nessuna circolazione incontrollata d’aria tra coibentazione e parete esterna
  • Ottimo isolamento acustico.
  • Ottimo rapporto qualità-prezzo.
  • Involucro esterno stabile grazie alla cassaforma in legno dietro i pannelli in fibra di legno.
Le facciate coibentate, ventilate o non, sono una vera alternativa ai sistemi e ai materiali convenzionali offerti sul mercato edile.
cappotto in cellulosa
cappotto in cellulosa

da dataholz.de

muro esterno

Parete esterna Telaio/pannello in legno, posteriore ventilato/ventilato, senza livello di installazione, tavolato.

 

Indicazioni materiali per la costruzione, struttura a strati (dall’esterno all’interno)

 

 

 

 

isolamento termico

 

 

SPESSORE MM

MATERIALE

λ

μ min – max

ρ

c

 

A

24,0

Legno Larice Rivestimento pareti esterne

0,155

150

600

1,600

D

B

30,0

legno di abete rosso listello sfalsato (30/50; 30/80) – ventilazione posteriore 

0,120

50

450

1,600

D

C

 

freno a vapore sd ≤ 0,3m

 

 

1000

 

 

D

25,0

Cassaforma in abete rosso

0,120

50

450

1,600

D

E

 

Legname da costruzione (60/….; e=*)

0,120

50

450

1,600

D

F

160,00

Fibra di cellulosa

0,040

0,25

 

 

 

G

25,0

Cassaforma in legno di abete rosso

0,120

50

450

1,600

D

H

 

freno a vapore sd ≥ 5m 1000

 

 

 

 

 

I

12,5

Pannello in gesso tipo DF (GKF) o

0,250

10

800

1,050

A2

L

12,5

Pannello gesso fibra

0,320

21

1000

1,100

A2

 

Cappotto termoisolante per edifici vecchi e nuovi Stratigrafia 1:

  1. Rasatura con malta a base calce 15 mm
  2. Muro massiccio in mattone 200 mm
  3. Rasatura con malta a base di calce 15 mm
  4. Montanti in listelli in legno 100 mm
  5. climacell 100 mm
  6. Pannello in fibra di legno 36 mm
  7. Rasatura 10 mm
cappotto in cellulosa

climacell spessore in mm

Valore U in W/m2K

Sfasamento termico in ore

100

0,316

14,8

120

0,277

15,4

140

0,247

16,1

160

0,233

16,9

180

0,203

17,7

Cappotto termoisolante per edifici vecchi e nuovi Stratigrafia 2:

dall’interno all’esterno

  1. Muro esistente
  2. Supporto in legno con listelli da 6 x 10 cm, a seconda dello spessore dell’isolamento
  3. Isolamento in cellulosa ca. 10 – 12 cm
  4. Cassaforma per pannelli con legno segato grezzo
  5. Pannelli in fibra di legno intonacabili 6 cm
  6. Intonaco con armatura
Isolamento termico
Translate »